Pizza (ricetta di Gino Sorbillo)

Da quando ho scoperto questa fantastica ricetta, almeno una volta alla settimana faccio la pizza fatta in casa, e la cosa fenomenale è che assomiglia proprio a quella della pizzaria!! L’impasto contiene pochissimo lievito, (io uso quello madre ma si può fare anche con quello di birra), ha una lievitazione lunga ma una preparazione breve e si digerisce benissimo! Vi verrà un cornicione morbido e alto tipico della pizza napoletana! Provatela anche voi…

INGREDIENTI (per 4 pizze tonde):

  • 200 gr di farina “0”
  • 300 gr di farina tipo 1
  • 300 ml acqua (circa)
  • 2 gr di lievito di birra o 150 gr di lievito madre
  • 1 cucchiaino di sale fino

Iniziate ad impastare la pizza almeno 8 ore prima di doverla cucinare, quindi se la volete mangiare a pranzo, impastatela la sera prima, se invece la volete mangiare a cena, impastatela la mattina stessa.

Sciogliete il lievito in un bicchiere d’acqua tiepida (prelevato dai 300 ml), ponete in una ciotola capiente le farine, il sale e il bicchiere d’acqua, iniziate ad impastare o con le mani o con l’impastatrice e aggiungete la restante parte d’acqua man mano che l’impasto lo richiede (potrebbe non servirvi tutta, oppure potrebbe servirne un pò di più) e lavoratelo fino a quando otterrete un composto liscio, omogeneo e abbastanza tenero. Se fosse necessario finire di impastare su un tagliere per ottenere una palla liscia.

Lasciate riposare l’impasto per una decina di minuti in una ciotola coperta da uno canovaccio, dopodichè suddividere l’impasto in 4 parti uguali di circa 250 gr l’una, e formate delle palline che riporrete in una teglia cosparsa di farina.

Ora lasciate lievitare le palline di impasto, coperte con un pò di farina, un foglio di pellicola trasparente ( ma fate molta attenzione che non si attacchi all’impasto, ogni tanto alzatelo e cospargete i panetti con farina di semola se necessario) e un canovaccio per almeno 8 ore (anche se passa più tempo non succede nulla, anzi). L’ideale sarebbe coprire i panetti con una teglia della stessa misura di quella sotto in modo che non si attacchino ma nemmeno prendano aria e si secchino.

Preriscaldate il forno a 250°, io solitamente utilizzo la modalità ventilata ma dipende da forno a forno. Se avete una pietra refrattaria ponetela sulla teglia del forno a riscaldare, altrimenti ponete una teglia normale al centro del forno dove poi appoggerete le vostre pizze per la cottura.

Prelevate dalla teglia una delle 4 palline lievitate, ponetela su un piano cosparso di farina, stendetela con le mani partendo dal centro e non toccando mai i bordi, altrimenti in cottura non si alzerà il cornicione. Una volta steso l’impasto, trasferite la vostra base per la pizza su un foglio di carta da forno facendo attenzione che non si rompa e successivamente condite la vostra pizza come più vi piace.

Una volta condita, trasferite il foglio di carta forno con la pizza sopra (aiutandovi con un tagliere sotto per non farla cadere o rompere) nel forno preriscaldato e cuocete per circa 8 minuti. La pizza sarà pronta quando il cornicione diventerà colorato.

Potendo cuocere una pizza alla volta nel forno, solitamente taglio a spicchi ogni pizza e intanto che se ne mangia una, inforno la successiva, così ogni ospite potrà assaggiare più gusti di pizza e nessuno resterà in attesa, anche perchè la cottura è davvero velocissima!

Queste sono le mie…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...